Premio “Raffaele Allocca”

—

da

La proloco “Il Campanile” alla XXII^ Edizione del Premio Raffaele Allocca
Con la concessione per la prima volta del Patrocinio alla XXII^ Edizione “PremioRaffaeleAllocca” la proloco “Il campanile” conferma la Sua attenzione agli appuntamenti artistici, culturali esocialiradicati nella comunità savianese.
Il Premio Raffaele Allocca (n 12.06.1924, m 11.01. 1995), già Sindaco di Saviano e parlamentare negli anni 70, è stato istituito dalla moglie Elisa e dai figli Giuseppe ed Antonia nel 1996 per l’assegnazione di tre borse di studio offerte dallafamiglia a favore degli alunni della Scuola media Antonio Ciccone individuati da una commissione di docenti dopo una prova scritta su tematiche pertinenti al mondo giovanile ed alla società.
Quest’anno gli alunni – quarantototto i partecipanti- si sono confrontati sulla musica.
Mission del Premio, al di là del ricordo dell’uomo, dell’amministratore e del politico, la sollecitazione ai giovani di avere volontà e costanza nello studio per costruire il loro futuro.
Alla premiazione,svoltasi sabato 26 maggio nella Scuola media, ha partecipato Rosa Scala presidente della proloco. Dopo il saluto personale e del direttivo alla Dirigente scolastica Giovanna Izzo, al Sindaco Carmine Sommese, a Don Paolino Franzese e da Marzio Di Mezza del Sindacato Unitario Giornalisti della Campania, la Presidente ha confermato l’impegno della proloco a favore del mondo della scuola e dei giovani, segnalando l’interesse riscontrato da questi ultimi nella giornata ad essi dedicata nell’ambito della recente Manifestazione nazionale “Maggio ed i Libri” che ha visto l’adesione delle Istituzioni scolastiche savianesi, di ogni ordine e grado, e l’appassionato impegno dell’ente promozionale “ Il campanile”.
Lapresidente ha assicurato la volontà e la disponibilità della proloco per un percorso progettuale con l’Amministrazione comunale per valorizzare e divulgare il patrimonio storico savianese e dei suoi protagonisti tra i quali spicca l’insigne figura di Antonio Ciccone( n a Saviano 7 febbraio 1808 e m a Napoli, 2 maggio 1893) politico, medico, accademico italiano, senatore del Regno e più volte ministro.
La presidente ha concluso auspicando, in considerazione del tema oggetto dell’elaborato, la intestazione di una strada di Saviano al Maestro e compositore Vincenzo Sorrentino scomparso qualche anno fa.